Nuova Bugatti Centodieci: nel segno indelebile della EB110 Super Sport

La nuova Centodieci di Bugatti è un capolavoro ingegneristico che omaggia la storica EB110. Una hypercar da otto milioni di euro a tiratura limitata che ha un cuore… da 1.600 CV.

In questo 2019 Bugatti ha stupito più volte il mondo e a quanto pare non ha alcuna intenzione di smettere. Ennesima prova a testimonianza di ciò la nuova Centodieci, straordinario capolavoro ingegneristico che omaggia la EB110 Super Sport, uno dei modelli più iconici del piccolo ma storico costruttore francese. La Centodieci sarà naturalmente a tiratura limitata (ne verranno prodotte appena 10) ed è destinata a diventare uno dei pezzi da collezione più ambiti nel mondo dell’automobilismo.

Sotto il profilo del design, tanti sono i richiami alla EB110 Super Sport. Spiccano in primis le cinque prese d’aria circolari posizionate dietro i finestrini laterali ed il cofano motore chiuso. Sotto di esso, un cuore pulsante W16 8.0 litri (lo stesso della Chiron, ma ancora più potente) da ben 1.600 CV. Le prestazioni sono conseguentemente pazzesche: velocità massima autolimitata elettronicamente a 380 km/h, accelerazione 0-100 km/h in appena 2,4 secondi, 0-200 km/h in 6,1 secondi e 0-300 km/h in soli 13,1 secondi.

Tornando all’estetica, i gruppi ottici sono sottili e dal design ultramoderno (impressionanti quelli posteriori) gli scarichi sono gemellati ed hanno una disposizione verticale e l’ala posteriore è fissa (e regolabile manualmente). Completano il quadro due prese a’aria NACA sul tetto, belle e funzionali. Un autentico sogno, per pochissimi fortunati, già prenotati tuttavia: ognuno dei dieci esemplari è infatti già stato venduto… alla modica cifra di otto milioni di euro!