Nuova Renault Clio: il coraggio di reinventarsi

12 giugno 2019
Comments off
231 Views

L’auto francese più venduta al mondo si rinnova, con l’obiettivo di continuare a fare ciò che le è sempre venuto benissimo: piacere. Bentornata Renault Clio!

Dal lancio, avvenuto nel 1990, Renault ha venduto in Europa oltre quindici milioni di Clio, divenendo l’auto francese più venduta al mondo. In Italia il successo, in questi ventinove anni (come passa il tempo), è stato straordinario. Più di un milione e mezzo di esemplari consegnati. Insomma, la Renault Clio è sempre piaciuta al pubblico, maschile e femminile, e il suo obiettivo è quello di continuare a piacere. Come riuscirci? Rinnovandosi, nell’aspetto e nelle tecnologie. Il suo design iconico che si evolve per diventare ancora più moderno ed elegante: la carrozzeria è tutta nuova.

La Clio ora è più corta di 1,2 centimetri e anche più bassa di 0,8 centimetri. Balzano immediatamente all’occhio, per quanto concerne gli esterni, i fari Full Led, il C-Shape anteriore e posteriore, la calandra più ampia e il cofano, che abbonda di nervature. Le linee sono sinuose, molto riuscite a nostro parere.

La rivoluzione è totale, non solo all’esterno. Il salto di qualità all’interno, infatti, è impressionante. La nuova plancia avvolge il conducente e rende più leggibili gli strumenti. C’è lo Smart Cockpit, che dispone di consolle centrale con display multimediale verticale fino a 9,3 pollici. Molto belli poi il Driver Display, da 7 a 10 pollici con tecnologia TFT, e il Multi-Sense con tre modalità e otto colori di personalizzazione.

La nuova Clio è anche autonoma: si tratta del primo veicolo della gamma Renault ad esser dotato di dispositivi che permettono la guida autonoma di secondo livello. Con il sistema Highway and Traffic Jam Companion (per la prima volta su un veicolo Renault), la nuova Clio dispone della frenata e ripartenza automatica (da 0 a 170 km/h) che si combina, nello stesso intervallo di velocità, all’azione del Cruise Control adattivo, nonché (da 70 a 180 km/h) al sistema di mantenimento della corsia. Ulteriori punti di forza, che le hanno permesso di conquistare le prestigiose 5 Stelle Euro NCAP, sono i numerosi sistemi di sicurezza di serie, come la frenata di emergenza attiva con riconoscimento pedoni e ciclisti, l’avviso distanza di sicurezza e il riconoscimento dei segnali stradali. Inoltre, per un comfort di guida totale, la nuova Clio può essere dotata anche di Camera 360° e di Easy Park Assist.

Le novità non finiscono qui. Passiamo ai motori, e qui la faccenda si fa davvero interessante. La Clio sarà infatti il primo modello ibrido della gamma Renault (tale versione arriverà nel primo semestre del 2020) grazie anche alla grande esperienza maturata nel campo dei veicoli ZE e dal Team Renault Formula 1. Si tratta della prima motorizzazione ibrida E-Tech Full Hybrid per la quale sono stati depositati ben centocinquanta brevetti! La nuova Clio E-Tech percorrerà fino all’80% dei percorsi urbani con i due motori elettrici, permettendo una riduzione dei consumi fino al 40%. La nuova Clio rinnova l’intera gamma motori, pienamente in linea con le normative WLTP. Quattro i nuovi motori benzina (da 65, 75 CV, 100 e 130 CV), due i diesel (entrambi 1.5, da 85 e 115 CV). Arriverà poi, a fine 2019, la motorizzazione GPL.

Quattro gli allestimenti: Life, Zen, e Business & Intens, a cui si affiancano la versione sportiva R.S Line ed il top di gamma Initiale Paris. Nella prima fase del lancio è prevista una versione Edition One, in tiratura limitata con soli cinquecento esemplari, un concentrato di tecnologia che avrà un prezzo di 20.750 euro. Inutile dire che i nostri pensieri, da amanti della velocità, sono rivolti a quella che sarà la versione più pepata. Stiamo parlando ovviamente della Clio RS: stando a quanto riportano numerose indiscrezioni, adotterà lo stesso motore a benzina 1.8 TCe sovralimentato a quattro cilindri delle sportive Mégane RS e Alpine A110, ma nella versione (probabilmente) depotenziata a 225 CV. Lo ha confermato anche Philippe Brunet, manager di Renault. La RS sarà quasi certamente proposta anche nelle altre declinazioni da 250 CV, 280 CV e 300 CV di potenza (per esemplari però a tiratura limitata). Non ci resta che attendere. Abbiamo già l’acquolina in bocca…

Potrebbero interessarti anche:

Renault Captur Tokyo Garage Italia Una serie extra-limited di soli 100 esemplari della Renault Captur firmata da Garage Italia ed ispirata all'universo nipponico, con dettagli iconici e ricercati come l'hub creativo di Lapo Elkann ci h...
Nuova Renault Mégane RS: regina di Francia Dopo una lunga attesa, ecco finalmente in quel di Francoforte la nuova Renault Mégane RS. Estetica mozzafiato e numeri di assoluto livello. La "Hot Hatch" per eccellenza di casa Renault è finalmente ...
Renault Clio R.S. 16: una belva da 275 CV Presentata in occasione dello scorso Gran Premio F1 di Monaco, la Renault Clio R.S. 16 è un concept che monta il motore della Mégane R.S. 275 Trophy-R, ovvero il 2.0 turbo 275 cv con 360 Nm di coppia,...
Renault Talisman: ecco l’erede della Laguna La Casa della Losanga ha fatto cadere i veli dalla Renault Talisman, la vettura che in listino prenderà il posto della Laguna Linee forti ma al contempo fluide, dinamiche e moderne. Queste le caratte...
Renault Captur, crossover all’esterno… Forme morbide, fluide ed equilibrate, Renault Captur rivela una personalità spiccata, che non sconfina tuttavia nell’ostentazione. Il design è valorizzante e robusto, ispirato alla Concept Car “Captur...
L’RS più cattiva La Trophy è dedicata a chi pensa che persino una Mégane RS non sia abbastanza. Gli ingegneri Renault hanno infatti tirato fuori il massimo dal suo motore 2.0 turbo e hanno ottenuto cifre che da sole p...

Comments are closed.