BMW M3 restyling: piccole novità per la sportiva bavarese

La Casa di Monaco di Baviera introduce piccole novità di carattere estetico sulla sua sportiva portando al debutto la BMW M3 restyling

La Casa di Monaco di Baviera ha appena “rinfrescato” estetica e contenuti tecnici di una sua vera e propria icona, ovvero la Serie 3, portando sia sulle versioni berlina che Touring una serie di lievi novità stilistiche ed alcune primizie di carattere meccanico, tra cui un’inedita unità triclindrica da 1.5 litri (pensata per la versione 318i e capace di 136 CV e 220 Nm) ed un powertrain ibrido da 252 CV e 420 Nm, oltre ad un inedito sei cilindri da 3.0 litri proposto per la 340i (capace di 326 CV e 450 Nm) e quattro unità alimentate a gasolio il cui range di potenza spazia da 116 a 313 CV.

E al fianco del restyling di Serie 3, il costruttore tedesco ha portato al debutto in società anche il facelift della versione più sportiva di questo modello, andando così ad aggiornare i contenuti di una vettura entrata nel mito a partire dagli anni ’80: la BMW M3, le cui rinnovate linee sono state mostrate agli occhi del grande pubblico nel corso di un evento dedicato all’interno del museo della Casa dell’Elica biancoblu di Monaco di Baviera.

bmw-m3-restyling(3)

Le novità estetiche introdotte sulla BMW M3 restyling ricalcano in buona sostanza quelle proposte per il facelift della Serie 3: al debutto su questa vettura troviamo quindi dei rinnovati gruppi ottici posteriori dotati di tecnologia full-LED ed una rinnovata tavolozza dei colori, che aggiunge ai cromatismi già disponibili lo Smoked Topaz e lo Champagne Quartz.

Confermatissimi i capisaldi pensati per rendere l’estetica di questo modello più “sfrontata” che mai, ovvero i paraurti anteriori e posteriori dedicati  caratterizzati da prese d’aria maggiorate (alle cui spalle si fanno osservare le griglie nere a nido d’ape) e da profili aerodinamici ricercati – l’estrattore ai cui lati trovano posto quattro terminali di scarico e le fiancate che mettono in mostra sia le feritoie collocate alle spalle dei passaruota anteriori che i cerchi di grandi dimensioni posti dinnanzi ad un impianto frenante M con pinze gialle e dischi maggiorati.

bmw-m3-restyling(2)

Al debutto sulla BMW M3 restyling anche inediti inserti cromati per l’interno ed un sistema di infotainment aggiornato, che vanno così a completare l’offerta di un abitacolo dominato dall’eleganza e dalla sobrietà e caratterizzato da una serie di elementi in fibra di carbonio, oltre che dai pellami impiegati per i rivestimenti, da un volante sportivo a tre razze con comandi integrati e da una strumentazione piacevolmente ancora analogica.

Al contrario di quanto avvenuto per il facelift della “normale” Serie 3, la BMW M3 restyling non introduce alcuna novità al di sotto del cofano, ove continuiamo a trovare un sei cilindri in linea bi-turbo da 3.0 litri capace di sviluppare 431 CV di potenza e 550 Nm di coppia massima: valori questi che permettono alla sportiva teutonica di scattare verso i 100 km/h con partenza da fermo in 4.3 secondi e di raggiungere una velocità massima autolimitata a 250 km/h. Prezzi e tempi di commercializzazione ancora da comunicarsi.