BMW 3.0 CSL Hommage concept: a Villa d’Este la Casa dell’Elica guarda al passato per esplorare il futuro

La Casa dell’Elica Biancoblu ha presentato all’edizione 2015 del Concorso d’Eleganza di Villa d’Este la BMW 3.0 CSL Hommage concept, esercizio stilistico volto a rendere omaggio alla 3.0 CSL

Tra le “osservate speciali” dell’edizione 2015 del Concorso d’Eleganza 2015 di Villa d’Este non troviamo solo la Zagato Mostro di cui vi abbiamo parlato l’altro giorno. Al fianco della supercar italiana realizzata in tiratura limitata a cinque esemplari e dotata di motore V8 Maserati troviamo infatti anche la BMW 3.0 CSL Hommage concept, esercizio stilistico che si propone di celebrare l’iconica 3.0 CSL, di cui si propone di richiamarne alla mente le forme.

Caratterizzata da una sezione frontale dominata da un’ampia calandra a doppio rene cromata, ai cui lati si stagliano dei minimalistici gruppi ottici dotati di tecnologia sia laser che LED, la BMW 3.0 CSL concept presenta un paraurti anteriore dal disegno molto ricercato volto ad originare tanto le feritoie presenti ai lati del cofano, quanto quelle di estrazione poste alle spalle dei passaruota, oltre che ad ospitare nella sua porzione inferiore uno splitter in fibra di carbonio, materiale quest’ultimo che ritroviamo impiegato anche per le minigonne laterali.

bmw-3.0-csl-hommage-concept (18)

Le fiancate permettono inoltre di osservare dei cerchi in lega bicromatici a razze sdoppiate da 21 pollici di diametro, i profili alari volti ad integrare al loro interno le telecamere di retromarcia, le cornici cromate dei trasparenti laterali ed una banda racing che attraversa i lati per tutta la loro lunghezza. A quanto elencato si devono aggiungere le svasature confluenti nella mastodontica ala posteriore (affiancata nel funzionamento da uno spoiler posto sulla sommità del lunotto) e il terminale di scarico romboidale cromato presente sul solo lato destro della vettura.

Le forme sinuose adottate sull’avantreno vengono poi riprese al retrotreno, ove spiccano dei gruppi ottici a LED – il cui articolato disegno arriva a sconfinare anche all’interno dell’ala – ed un paraurti dalle forme semplici atto ad integrare al suo interno un estrattore realizzato in CFRP.

bmw-3.0-csl-hommage-concept (16)

Una volta effettuato l’accesso a bordo l’attenzione viene invece catturata da un abitacolo molto essenziale volto a restituire agli occupanti il fascino di un ambiente racing: sellerie sportive dotate di impunture a vista (e di cinture a sei punti) fanno il paio con un volante minimalistico in stile Knight Rider, dotato di comandi integrati e volto a sormontare tanto i paddles di cambiata quanto la strumentazione, quest’ultima integralmente digitale.

Elementi metallici come la pedaliera completano un cockpit sia elegante che sportivo dotato di roll-bar in fibra di carbonio e di un tunnel centrale atto ad ospitare tanto l’estintore quanto una cavità al cui interno possono essere riposti i caschi. Ignote le specifiche dell’unità destinata a pulsare al di sotto del cofano della BMW 3.0 CSL concept. La Casa dell’Elica Biancoblu ha infatti comunicato solamente schema tecnico e tecnologia impiegati per questo propulsore, ovvero un sei cilindri in linea che attinge a piene mani dal know-how Eboost: come dire insomma che anche se questo rappresenta un semplice esercizio stilistico a Monaco di Baviera non si smette mai di guardare verso nuove strade.