Alex Zanardi :”l’importante è mettersi alle spalle questo nemico”

Alex Zanardi

Alex Zanardi è un Campione nello Sport e nella vita. 

In questo periodo di profonda crisi umanitaria, le parole e l’atteggiamento positivo di Alex Zanardi sono lo stimolo giusto per costruire una vita migliore. 

Vive nel Nord Italia, centro di questa violenta pandemia che non sta risparmiando nessuno, ma non molla la sua visione solare della vita, anzi, si ritiene fortunato nell’avere una casa dove “ripararsi” e potersi allenare. 

Si allena in vista delle prossime gare, sfide durissime che affronterà con la massima energia e tenacia, la sua giornata è scandita da allenamenti intensi e da rinnovate programmazioni: con l’obiettivo Tokyo slittato al prossimo anno, cambia tutto nella sua intesa preparazione fisica ed atletica. 

Compirà 55 anni il prossimo anno, Zanardi senza mezzi termini, esprime, il suo concetto di raggiungere un obiettivo con una semplice frase: “Il tempo potrebbe trasformare le intenzioni in azioni, vedremo”. 

Di battaglie nella sua vita, il pilota Italiano, ne ha affrontate e vinte tante, così questa nuova sfida, questo isolamento forzato, sembra non pesargli più di tanto, il suo senso civico, il suo considerare il tutto come un aiuto per le altre persone, lo rende unico, confida anche lui che il distanziamento sociale, sia l’arma attuale, forse l’unica per vincere questa nuova e dura battaglia. 

Avere un interesse per gli aspetti positivi, trasformare un momento difficile in una grande opportunità, piccole e grandi sventure, si trasformano ora, in un momento di sua tranquillità mentale: “ La cosa importante in questo momento è non farsi prendere dal panico, è non prendere decisioni senza le giuste informazioni”. 

Una vera e propria forza della natura, un sorriso che non abbandona mai il suo viso, i suoi occhi sono pieni di energia, tanti e diversi i suoi progetti per i prossimi mesi, anni. 

“Il sole sorgerà prima o poi e ci sarà tempo per fare altre cose, ora l’importante è mettersi alle spalle questo nemico, nel modo giusto” (Alex Zanardi).