Lamborghini Aventador by Liberty Walk: 900 CV per la V12 del Toro

Il tuner Liberty Walk ha realizzato un kit volto ad incrementare performance ed aerodinamica della Lamborghini Aventador senza dimenticare di sorridere alla caratterizzazione estetica

Della Lamborghini Aventador siamo recentemente tornati a parlarvene grazie ad un video che la mostra letteralmente impegnata a “sputare” fuoco e fiamme all’interno del garage del preparatore protagonista di questo articolo.

La 12 cilindri di Sant’Agata Bolognese rappresenta certamente una delle vetture più apprezzate da parte di pubblico e critica nella storia della Casa del Toro e, dopo aver riscosso grandi consensi commerciali in tutto il mondo, la più estrema supercar dell’attuale produzione di serie del costruttore italico torna a solleticare la fantasia di un tuner, ovvero quella di Liberty Walk, che ha prodotto per la V12 tricolore un kit volto tanto a potenziarne le prestazioni del motore quanto ad accrescerne il già significativo impatto estetico.

lamborghini-aventador-by-liberty-walk (23)

Se già quindi la supersportiva italiana non riscontrava alcuna difficoltà nel farsi notare, ora gli amanti di questa vettura avranno di che parlare per lungo tempo: il preparatore giapponese ha infatti realizzato per l’erede della Murciélago un pacchetto estetico connotato da contrasti molto forti. Il corpo vettura blu viene in tutti i suoi molteplici spigoli spezzettato da dei profili arancioni volti ad esaltarne le linee, mentre una serie di inediti profili aerodinamici concorrono tanto a migliorarne il Cx quanto a massimizzarne la downforce.

Troviamo così sulla Lamborghini Aventador by Liberty Walk un inedito spliter anteriore di grandi dimensioni volto a fare il paio con una mastodontica ala fissa posteriore, a sua volta atta a sormontare un generoso estrattore realizzato, come molte altre componenti della vettura (tra cui le minigonne dotate di elementi aerodinamici), in fibra di carbonio.

lamborghini-aventador-by-liberty-walk (5)

Tetto in nero lucido e barre tubolari in color arancio (visibili attraverso le superfici vetrate poste al di sopra del motore) connotano la vista aerea dell’Aventador firmata da Liberty Walk, mentre cerchi forgiati a 15 razze con viterie a contrasto, collocati all’interno di passaruota maggiorati, e pinze freno arancioni costituiscono invece i principali elementi a saltare all’occhio osservando questa vettura di lato.

Aperta (all’insù, come su tutte le V12 bolognesi) la portiera, la Lamborghini Aventador by Liberty Walk permette di osservare un ambiente volto a riprendere il cromatismo adottato per i profili proposti all’esterno, impiegando così lo stesso per i rivestimenti di plancia, sellerie e comandi, che non risultano stravolti rispetto all’abitacolo originale, eccezion fatta ovviamente per le tonalità impiegate.

Cuore pulsante della Lamborghini Aventador by Liberty Walk rimane il V12 da 6.5 litri in grado di sviluppare, in configurazione originale, 700 CV: valore che è stato però qui notevolmente implementato. Grazie al kit realizzato dal tuner nipponico infatti, il dodici cilindri bolognese è ora in grado di generare ben 900 CV, la cui sonorità è esaltata da un sistema di scarico dedicato di tipo Armytrix F1 valvetronic e la cui potenza viene invece “tenuta a bada” da un assetto rivisitato basato su sospensioni pneumatiche AirRex a comando digitale.