Questa nuova Singer è un iradiddio

15 novembre 2017
Comments off
3.995 Views

Singer, nota azienda californiana dedita al restauro – ed aggiornamento – di vecchie Porsche, questa volta fa sul serio presentando una versione estrema della 964 che, preparata in collaborazione con la Williams di F1, siamo sicuri farà parlare di sé, tanto è bella e fuori di testa.

In un mondo popolato di supercar che sono diventate hypercar, di sportive da tutti i giorni più potenti di una F40 e di compatte da sparo divenute cattive oltre l’inverosimile, ecco che Singer ci riporta con i piedi per terra. Ecco che Singer ci sbatte in faccia una macchina fatta come si deve con una linea che, nemmeno a dirlo, ci dimostra una volta per tutte come qualcuno in Germania, già qualche decennio fa, ci aveva azzeccato al 100%.

Per mostrarci come tale linea (e progetto) fosse quanto mai azzeccato ed ancora attuale, il noto preparatore californiano ha confezionato una Porsche 964 “vecchia” di 27 anni come non se ne sono mai viste. Questa “vecchia” Porsche è capace – senza mezze misure – di far impallidire, grazie ad una linea senza tempo, magica muscolosa ed immortale, almeno 9 sportive su 10 attualmente in circolazione.

Niente ragazzi, non ce n’è per nessuno.

E non è un caso che questa macchina sia nata dal sogno e dai desideri di una singola persona. Oramai le grandi aziende non sono più capaci di fare certe cose, troppo schiacciate dal marketing e dal “quel-che-vogliono-i-clienti” per pensare di fare delle robe così. Solo il cuore di un appassionato poteva arrivare a tanto, ed è per questo che ringraziamo Singer per averlo realizzato.

Ma basta poesia, veniamo al ferro (che poi ferro non è, è fibra di Carbonio).

Questa bomba nasce dal desiderio di un cliente Singer, un certo Scott Blattner, che ha chiesto alla casa californiana di restaurare e preparare la sua vecchia Porsche 964 del 1990. Il risultato di questo lavoro è una roba talmente folle e ben riuscita che Singer ha allargato la possibilità di ottenere questo risultato ad altri – se ci sono – 75 clienti disponibili a mettere la propria 964 nelle loro manine fatate (ed anche un bel po’ di dollaroni, almeno 500mila, si dice).

Per confezionare questo ferraccio, Singer ha collaborato con la Williams (sì, quella Williams), per renderla capace di spremere 500CV dal suo flat six (4 litri di cilindrata, 4 valvole per cilindro) raffreddato ad aria per un peso piuma di soli 990kg. Forse ancor più della potenza è proprio il peso della vettura a lasciare a bocca aperta. Al giorno d’oggi è impossibile vedere macchine così leggere (anche una minuscola Exige supera i 10 q.li) e questo risultato è stato ottenuto grazie all’ampio utilizzo di metalli nobili come Titanio, Alluminio e fibra di Carbonio come se piovesse.


Attraverso le più moderne tecnologie (come il CFD – Computational Fluid Dynamics) è stato possibile inoltre curare in maniera ottimale l’aerodinamica della macchina (tutti sappiamo che le vecchie Porsche hanno la cattiva abitudine a diventare portanti oltre una certa velocità, con fastidiosi alleggerimenti dell’anteriore) dotandola di uno strepitoso fondo piatto capace di generare una quantità importante di deportanza senza per questo dover rovinare modificare la linea mozzafiato di questa signorina dai fianchi larghi in pieno stile RSR.

Le uniche concessioni (dettate dalla loro necessità quanto dalla mera apparenza) sono le grosse prese d’aria all’anteriore (aspettiamo ancora una Singer con il paraurti in stile 934, grazie) per raffreddare il radiatore dell’olio, il grosso splitter anteriore ed il diffusore posteriore. Infine, nostalgia canaglia, dietro abbiamo il classico becco d’anatra che fa tanto 2.7 RS ma che va benissimo e non ci lamentiamo.

A completare il quadro – quadro inteso come opera d’arte – abbiamo i cerchioni Fuchs…ah no aspetta, sembrano Fuchs ma sono BBS forgiati in Magnesio da 18 pollici vestiti da Michelin con 4 Pilot Sport Cup 2 che nascondono un impianto frenante completamente firmato Brembo.

Insomma, con questa Singer, parafrasando il Sig. Hammond, “qui non si è badato a spese” e, che dire, guardate quegli interni, si vede!

Ora non ci resta altro da fare che aspettare di vederne una dal vivo, di guardarla e toccarla e, magari, sentirla in moto. Se questi rendering ci hanno così tanto emozionato, chissà cosa potrebbe fare la machina vera.

Testo: Lorenzo Moro

Potrebbero interessarti anche:

Techart presenta il nuovo Sport Package per la Por... Quest'anno Techart festeggia i suoi 30 anni sul campo degli accessori aftermarket destinati al mondo Porsche e, in vista del prossimo salone di Essen (che andrà in scena dal prossimo 2 Dicembre fino a...
Nuova Porsche Cayenne: l’estro combinato allo stil... Il gigante di Zuffenhausen si rinnova sotto ogni punto di vista, senza però stravolgere completamente la propria natura. Il look tipicamente Cayenne rimane infatti inconfondibile. La nuova Porsche Ca...
DP Motorsport Porsche 911 RS 3.5 Red Evolution: le... La nuova Porsche 911 RS 3.5 Red Evolution è l'ultima nata in casa DP Motorsport: un'opera d'arte che rappresenta una delle più raffinate elaborazioni della 911 RS del 1973. Sono trascorsi quarantaqua...
Porsche 911 GT2 RS: fotografata al Nurburgring la ... Sarà la più potente e veloce Porsche 911 della storia: è stata avvistata al Nurburgring, ancora camuffata, la nuova GT2 RS, che dovrebbe sprigionare almeno 650 Cv. Sono passati ormai sette anni dall'...
Porsche 911 Carrera S / 4S MY2018: in arrivo il pa... Anno nuovo, linfa nuova: è in arrivo un nuovo kit (opzionale) che è in grado di regalare 30 Cv a tutti i modelli firmati S della Porsche 991, che possono raggiungere così i 450 Cv. In Porsche non ci ...
Mansory Porsche Panamera Turbo: arroganza fa rima ... La prestigiosa berlinona tedesca acquisisce maggiore personalità e potenza: 585 Cv e 810 Nm di coppia. A Ginevra, allo stand Mansory, é la più corteggiata. Mansory ha sviluppato un nuovo kit dedi...

Comments are closed.