[:it]Mansory Mercedes-Benz AMG GTS: più potente, più attraente[:]

[:it]

L’attenzione ai dettagli e l’amore per tutto ciò che è unico ha sempre spinto Mansory a produrre vetture fuori dal comune. Questa volta il risultato è da standing ovation: la Mercedes-Benz AMG GTS è ora una belva da 730 Cv che accelera da 0 a 100 in 3,4 secondi.

Mansory è solita elaborare meravigliose vetture con l’obiettivo di renderle ancora più uniche: un’attività, questa, che svolge egregiamente da ventisette anni. Una delle ultime creature della famosa azienda svizzera (che ha sede a Brand, in Germania) rappresenta probabilmente l’eccellenza, la ciliegina sulla torta dell’intera storica produzione Mansory, almeno fino ad oggi. Questa volta abbiamo davvero a che fare con qualcosa di speciale ed emozionante: inutile girarci intorno ancora, stiamo parlando della nuova Mansory Mercedes-Benz AMG GTS, più potente, più agile, più larga (di 50 millimetri), più maneggevole, più leggera, più parca nei consumi ed ovviamente anche più attraente, grazie alla gentile e mai banale mano degli uomini guidati abilmente da Kourosh MansoryGiovanni Bellavite. Un’opera d’arte, sensuale, che è contraddistinta da un sensazionale grigio opaco in contrasto con dei componenti in fibra di carbonio rosso. L’occhio, nella storia dell’automobile, ha sempre voluto e sempre vorrà la sua parte. L’abbiamo definita opera d’arte, perché ci pareva riduttivo chiamarla semplicemente automobile. Sportiva, seducente ed aggressiva, ma non solo: ogni aggiornamento estetico ha infatti il pregio e la capacità di tramutarsi in aggiornamento aerodinamico, quasi come fosse un miracolo divino: l’innovativo spoiler anteriore è utile per ridurre l’attrito, mentre quello posteriore, in combinazione con il diffusore posteriore, aumenta invece il carico aerodinamico. Per quanto concerne i cerchi, Mansory consiglia quelli da ventuno pollici per l’asse posteriore e quelli da venti per l’asse anteriore, una combinazione vincente ed efficiente che garantisce stabilità ed aderenza.

All’interno un abitacolo caratterizzato da pelle cucita a mano, in contrasto con componenti in fibra di carbonio rosso, contribuisce alla creazione di un ambiente lussuoso, raffinato e suggestivo, che trasporta chi ci è dentro in un’altra meravigliosa ed invidiabile dimensione: un’autentica torre di controllo in miniatura, in cui si intersecano funzionalità e comfort. Il volante sportivo è dotato di un apprezzabile inserto in carbonio bordeaux e la bellissima pedaliera in alluminio assicura il pieno controllo del veicolo.


Ma è sotto il cofano che troviamo le più importanti novità: il V8 a quattro litri dispone ora di 730 Cv, accelera da 0 a 100 Km/h in 3,4 secondi e raggiunge i 330 Km/h di velocità massima. Vanta turbocompressori più grandi e un sistema di scarico sportivo in acciaio inox. Aumentano quindi potenza e, come già detto precedentemente, aderenza. Due fattori che, combinati, danno il meglio di sé. Provare per credere.

[:]